Laser Tag 2.0 è un progetto Graffiti Research Lab ed è scritto da Theodore Watson e Zachary Lieberman, utilizzando openFrameworks. L'applicazione può essere usata gratuitamente fino a quando non viene utilizzata per il marketing, la pubblicità o la promozione e soprattutto non per gli eventi di guerrilla marketing! 
Questa applicazione nasce da un principio di una visuale rinnovare di TAG e quindi con l'obiettivo di proporre una nuova soluzione di arte urbana. Da questa sfida condivisa con il creatore di questa applicazione, ho cercato di dare il mio supporto creativo, grafico e comunicativo, attraverso un'applicazione innovativa, ma con possibilità di miglioramento, causa è un freeware. Dal momento che non sono un programmatore, la creatività è l'unico sostegno che posso dare. Il concetto è come il cursore, un segnale di impalpabile che realizzano forme effimera, così come il pensiero, la parola, la fantasia, l'improvvisazione.
 È possibile iniziare a realizzare una nuvola nel quale è possibile vedere facce, forme, immagini del subconscio. Si può iniziare da una precedente immagine nella tua mente, che si sa che non sarà mai come si pensa. Perché il fascino di questa applicazione è che è come un disegno su carta: se un caffè cadrà, non si può fare "CTRL + Z". Non esiste. La gomma? non esiste. eventi imprevisti, come segnale ha interferenze, è normale. Ma, come creativo, ho cercato di fare quello che potevo, senza vedere i problemi, ma le potenzialità, perché è parte della sfida. 
Dopo diversi esperimenti, spettacoli autorizzati e non, improvvisazioni, le impostazioni relative al riconoscimento del segnale laser di applicazione e da webcam, studio sui pennelli, disegni tecnici e emozionale fino all'interazione con video e audio / performance in interazione tra due computer e mixer video (grazie Ai di Ti Vision), vorrei condividere le mie opere, che è risultato del mio contributo. Ho trovato due diversi approcci alla pittura laser: Iconica, significa che il dipinto inizia con un'idea iconica fin dall'inizio; Nuvole, immagini d'improvvisazione, che seguono lo stesso processo d'identificazione della forma che abbiamo quando osserviamo le nuvole.

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15